14 hours ago

RiCiclabili

Sicilia mari e monti #1. Dopo il tempo burrascoso di ieri è tornato il sole ad irradiare insieme all'ospitalità delle persone la nostra avventura. La litoranea è una pacchia ma adesso iniziano i monti #Nebrodi. Siamo infatti arrivati #Mistretta, un borghettino montanaro che sembra uscito dalla più classica delle scenografie della Cavalleria Rusticana. Grazie infinite agli sponsor tecnici @SimonciniTelai e @kickingDonkey per il loro supporto
#bike #adventure #Sicily
... See MoreSee Less

View on Facebook

3 months ago

Change is possible.
It will not come overnight and not from those in power.
It requires a fierce political and societal battle.

1e van der Helststraat, Amsterdam (1978 -2005)
... See MoreSee Less

View on Facebook

4 months ago

RiCiclabili

Il 2019 è l'anno della bicicletta 😀

(come ogni anno d'altronde!)
... See MoreSee Less

View on Facebook

8 months ago

RiCiclabili

Ci mettiamo la firma!

SunLife
At 86 and 91, Graeme and Betty prove that you’re never too old to cycle
... See MoreSee Less

View on Facebook

9 months ago

RiCiclabili

Mini Alpi Tour #3. Canal San Bovo-Trento. Se la precedente tappa era stata all'insegna della #ValVanoi grazie ai consigli dell'#EcomuseoVanoi, questa tappa è stata all'insegna della #MountainBike nuda e cruda come mamma l'ha fatta. La Vorsuta #Simoncini 2.0 attrezzata con le impeccabili borse #KickingDonking ha letteralmente fatto volare il conte Bardi (si esatto, conte perché Jacopo si porta sempre i suoi 'volumetti' da leggere come una sorta di penitenza e questa è la volta del "Il Conte di Montecristo) sul #PassoCinqueCroci a quasi 2000 metri di altezza. Mozzafiato panorama l'attendeva: da un lato le irte rocce porfiriche del #Lagorai, dall'altro il possente volume granitico della #CimaDAsta e in mezzo la bellissima stalla della #MalgaValCion con il tetto grigio argento fatto da "tegole" in larice come da tradizione. Dei cavalli pazzi hanno tentato di mangiargli le preziose borse, al Conte, ed egli ha così preferito fare amicizia con altri indigeni trentini, più cavalli pazzi degli stessi cavalli pazzi, tali Roberto e Ranieri. Quest'ultimo è stato così meravigliosamente grullo da tentare di cavalcare senza preavviso lo stallone più grosso e cazzuto, salvo essere scaraventato a terra in maniera allo stesso tempo ridicola ed elegante. Il Conte inebriato dalla improvvisata circense e divertitissimo nel vedere l'effetto di terrore sulle facce una volta inespressive dei biker austriaci presenti, ha pensato bene di non farsi sfuggire cotanta compagnia ed è ridisceso con loro dall'altra parte, cioè nella #ValSugana. Grazie Roberto, grazie Ranieri, evviva la gente di montagna, così libera e spontanea. ... See MoreSee Less

View on Facebook
Italiano